L’ultimo angolo di paradiso di un papà

Processed with VSCOcam with lv02 preset

Era rimasto solo lui,
stava lì in bella vista ma Damiano stranamente non lo guardava, era lì disponibile per ogni mio bisogno.
Io potevo entrare ed ero al sicuro, un’oasi serena per pochi minuti al giorno.

Un angolo tutto mio, protetto da una forza oscura che impediva a mio figlio di aprire quell’ultima maniglia.
Una maniglia che resisteva alla forza del piccolo tornado nonostante l’impegno e la cura che lui ci metteva per aprirla.

Poi ieri ero seduto li, dopo pranzo beatamente leggevo e all’improvviso sento la maniglia che con semplicità si abbassa.

Compare la testolina sorridente del mio bimbo che fa: papà!
Si avvicina a me apre l’acqua e con fare soddisfatto mi fa vedere quanto è bravo a lavarsi le manine. Se le asciuga e soddisfatto esce.

Io rimango un attimo interdetto, per un attimo sono contento che il mio bimbo si è lavato da solo le manine.

Soltanto dopo mi accorgo che anche lì, l’ultimo angolo di paradiso, non è più cosa mia.

Anche il bagno è caduto in mano al “nemico”.
Addio a quei 5 minuti di solitudine.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>